Tangenti nelle caserme, arrestati 4 ufficiali dell’Esercito Italiano

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Da poco la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato hanno arrestato un imprenditore, quattro ufficiali superiori dell’Esercito e due funzionari civili del ministero della Difesa.

L’inchiesta , coordinata dalla Procura della Santa Maria Capua Vetere, si basa su numerosi casi di corruzione. In cambio di danaro , gli ufficiali facevano in modo che un imprenditore  riuscisse ad aggiudicarsi gli appalti banditi dal Ministero della Difesa. Francesco Caprio ( l’imprenditore) aveva quindi ottenuto gli appalti per la ristrutturazione delle caserme dell’Esercito.

Oltre a quello dell’imprenditore, sono stati resi noti i nomi dei quattro ufficiali dell’Esercito Italiano: Gaetano Mautone, Antonio Crisileo,Eugenio Carannile, comandante del X Reparto Infrastrutture, quartier generale per l’affidamento dei lavori nelle caserme e Raffaele Bisogno, capo ufficio lavori del X Reparto, mentre i due funzionari che hanno ricevuto un ordine di custosdia cautelare sono:  Cinzia Giuntae Aniello Palomba, commissari delle gare manovrate.