Stato e Regione, tirocini e servizi sociali per i giovani

SARONNO – Si è tenuta prima del periodo natalizio l’incontro in Sala Nevera organizzato da InformaGiovani – InFormaLavoro che ha visto partecipare una ventina di ragazzi.

I presenti hanno potuto conoscere le opportunità offerte dalla Regione e dallo Stato di svolgere servizi e tirocini negli enti pubblici e nel privato-sociale: il Servizio Civile Nazionale, la Dote Comune e la Leva Civica pubblicano ogni anno bandi per servizi in Biblioteca, Servizi Sociali, Protezione Civile, sport, cultura, ambiente e turismo.

Le testimonianze riportate da alcuni volontari ed ex volontari sono state diverse, seguite poi da una serie di slides informative più tecniche riguardanti la ricerca del progetto, la partecipazione al bando e le differenze tra le tre proposte.
Infatti, mentre il servizio civile e la leva civica si rivolgono a giovani dai 18 ai 28 anni, la dote comune estende il limite di età fino ai 35, riducendo il numero delle ore di servizio settimanali (da 30 a 20) ed il rimborso mensile (da € 433,80 a € 300), aggiungendo però l’opzione di poter svolgere il servizio anche solo per 3, 6 o 9 mesi, oltre che per un intero anno.

La dote comune pubblica anche più bandi all’anno rispetto a servizio civile e leva civica, che ne presentano soltanto uno ogni 12 mesi. Per partecipare ad una di queste occasioni offerte da Stato e Regione occorre rientrare nelle fasce d’età previste ed essere in possesso di cittadinanza italiana o regolare permesso di soggiorno.

“E’ un’opportunità irripetibile” dice Stefano, un ex volontario della Dote Comune che ha prestato servizio per un anno presso un centro diurno per minori gestito dal Comune di Saronno “una scelta di crescita e cittadinanza
attiva che non può essere paragonabile ad un normale tirocinio, perché ti dà molto se fatto con lo spirito giusto. Ho ricevuto tante proposte di lavoro soltanto per il fatto di avere nel curriculum questa esperienza, ma quello che ho guadagnato non è solo tangibile, è qualcosa che ti cambia. Mi ha aperto gli occhi su alcune situazioni che sono nella mia città, ma sono nascoste agli occhi dei più”.

Servizio Civile, Dote Comune, Leva Civica sono dunque tre modalità per vivere un’esperienza di cittadinanza attiva, conoscere il proprio territorio, arricchire il proprio bagaglio personale e lavorativo.

“Sì tratta di opportunità lavorative equiparabili a tirocini che partono dal ministero e dalla Regione – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili Francesco Banfi – Come detto durante le testimonianze sono spesso il primo
punto di incontro tra i giovani e un servizio che se da un lato segue le inclinazioni personali dall’altro interroga i tirocinanti in modo forte chiamandoli ad una verifica del percorso intrapreso”.

Per informazioni sulle diverse proposte è possibile contattare l’Informagiovani.

saronno giovani