Staff del sindaco, Valioni (PD): «improvvida scelta». Poi Alessandro Fagioli: «Vi spiego»

Saronno – La delibera 159 torna a far parlare di sé: l’introduzione di uno staff del sindaco ha messo in subbuglio la politica saronnese. Da più parti sono giunte titubanze e polemiche. L’ultima in ordine di tempo, quella dell’ex assessore ai servizi sociali ed ex vicesindaco Valeria Valioni che definisce quella che secondo lei sarebbe la costituzione di uno staff al posto della dirigente impiegata nei servizi sociali nella scorsa amministrazione: «improvvida scelta di cui saranno pagati costi importanti nell’efficienza e nell’ efficacia di un servizio fondamentale per le famiglie della città.»

A fare chiarezza è il sindaco Alessandro Fagioli con queste parole:

E in merito al risparmio di 230.000 euro annunciato dal sindaco Fagioli nell’operazione, per la Valioni «non lo è affatto e non lo è mai stato – prosegue l’ex viceindaco –  eravamo del tutto sereni e fiduciosi che  quella causa il dirigente non l’avrebbe mai vinta. Nessun risparmio quindi sta conseguendo Fagioli ma solo spese aggiuntive, e male indirizzate.»