Spezie per tenersi in forma e regolare il peso: i consigli dello zio Hermes

Spezie per ricette prelibate che fanno dimagrire e bruciano i grassi

Le spezie profumate, piccanti o delicate ci aiutano a dare sapori decisi e particolari alle nostre ricette salate e dolci. Sono anche un valido aiuto nel farci perdere peso perché facilitano l’eliminazione di tossine e scorie, rafforzando così il metabolismo.

Le stesse spezie permettono di limitare l’utilizzo di condimenti ipercalorici come burro, olio, margarina e quant’altro. Le spezie sono ricche di sali minerali e vitamine come calcio, magnesio, manganese e potassio: per questo ci consentono di diminuire le quantità di condimenti e sale.

Aiutiamo il metabolismo a bruciare i grassi

Possiamo trarre benefici già dal mattino appena svegli bevendo un bicchiere d’acqua tiepida con un cucchiaino di radice di zenzero fresca grattugiata e dopo facciamo un’abbondante colazione. In questo modo il metabolismo si terrà attivo per tutta la giornata e bruceremo più calorie e grassi.

Miglioriamo la circolazione e la diuresi

Se desideriamo perdere qualche chilo e rimodellare il nostro corpo, il grasso non è l’unico avversario da eliminare. Infatti, per perdere centimetri serve valutare i liquidi che ristagnano nelle zone sfavorite da una cattiva circolazione, i problemi di digestione che causano gonfiore addominale e rallentano il metabolismo, rendendo difficile, se non impossibile, la conversione del cibo in energia. Per dimagrire dobbiamo tenere conto di tutte queste cose e le spezie ci aiutano ad attuare un’efficace alimentazione dimagrante per raggiungere il nostro obiettivo.
Le spezie, grazie al loro intenso sapore, consentono di diminuire o addirittura di eliminare il sale e l’eccedenza di condimenti grassi ostacolando la ritenzione idrica e il gonfiore causati dal sodio e dall’accumularsi di tessuto adiposo per colpa dei grassi.
L’aneto e il pepe hanno un effetto depurativo, diuretico e lassativo, e migliorano le funzioni digestive. Curcuma, peperoncino, zafferano e zenzero contrastano l’invecchiamento e numerose malattie fornendo antiossidanti.

Stimolare il metabolismo

Il pepe nero rispetto a quello bianco, rosa o verde è quello con il maggior contenuto di peperina. La peperina è il principio attivo che assegna il sapore piccante e ha qualità digestive e termogeniche (cioè consente di bruciare più calorie). Per fruire delle sue capacità dimagranti è sufficiente un pizzico di pepe nero appena macinato su una fetta di pane e miele a colazione, pranzo e cena.

Proteggere cervello, cuore e placare la fame nervosa

Nella cucina orientale si utilizzano molte varietà di spezie e variano in base alle località. La più utilizzata è il curry ed è composta da coriandolo, cumino, peperoncino e pepe nero. L’utilizzo di mix di spezie aiuterebbe ad attenuare la sensazione di appetito (più il cibo è saporito, più il senso di sazietà si propone prima). Secondo alcuni studi della Duke University del North Carolina mangiare 1-2 volte alla settimana pietanze a base di curry aiuta il rigenerarsi di tessuti, proteggendo il cuore e il cervello, inoltre, il curry ha proprietà antinfiammatorie e dimagranti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Consigli dello Zio Hermes