Saronno, aggressione e furto in via Diaz: arrestato il colpevole dopo cinque mesi

Saronno – Era entrato nel call center di via Diaz e, insieme a un complice, aveva preso a calci e pugni il titolare del negozio, sottraendogli quasi settemila euro in contanti. Il responsabile del furto, dopo più di cinque mesi, è stato finalmente identificato e arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Saronno.

Si tratta di un tunisino di ventidue anni, una persona senza fissa dimora che – insieme a qualche connazionale – si era già segnalato alle autorità saronnesi per diversi episodi di microcriminalità consumatisi nelle vicinanze di via Varese e del centro storico.

Quel giorno, lo scorso 28 marzo, il tunisino e un complice erano entrati nel negozio di via Diaz con l’apparente intenzione di effettuare una transazione finanziaria, e pochi minuti dopo, del tutto inaspettatamente, avevano iniziato a tempestare il titolare con una raffica di calci e pugni. Dopo essersi impossessati di una discreta somma di denaro – si parla di 7.000 euro in contanti – i due erano fuggiti per le vie del centro senza lasciare alcuna traccia.

Dopo l’attenta analisi della videosorveglianza, il tunisino è stato identificato e poi arrestato poche ore fa. Dovrà rispondere dell’accusa di rapina in concorso.

R. Int.
@Cassarian

Carabinieri Saronno
Carabinieri di Saronno in via Diaz (foto di repertorio)