Natale 2016 di Roma, Acea illuminerà il Foro Romano con 450 luci Led

ROMA – Per il Natale di Roma il Foro Romano torna ad accendersi nella notte, grazie ad una nuova illuminazione promossa dalla Soprintendenza in collaborazione con Electa e il contributo di Acea che ne ha curato anche la progettazione e la realizzazione.

L’impianto con lampade a tecnologia led di ultima generazione si articola lungo la Sacra via, dall’arco di Tito a quello di Settimio Severo e avvolge di luce monumenti straordinari come le Basiliche di Massenzio, Aemilia e Julia, la Casa delle Vestali, la piazza del Foro, la Curia, i templi di Saturno, di Antonino e Faustina, di Cesare, dei Dioscuri e la chiesa di Santa Maria Antiqua.

Disseminati lungo il percorso con 6000 metri di cavi i 450 punti luce con potenza da 7 fino a 80 watt, usano la tecnologia Led con un consumo energetico di circa il 60% in meno rispetto alle precedenti illuminazioni. «Il Natale di Roma – commenta la presidente di Acea Catia Tomasetti – è un’occasione per ritrovare la romanità e soprattutto per valorizzare le competenze e le eccellenze di Roma perchè qui c’è una combinazione di due fattori importanti: restituire la bellezza del Foro Romano e il fatto che questo è un progetto interamente fatto da Acea.

Sono 3800 ore di architetti della luce, tecnici, tecnologie tutto ‘made in Aceà, proprio a sottolineare che a Roma c’è un’eccellenza unica in Italia». «La luce sarà protagonista insieme ai monumenti – aggiunge – Roma è una delle città più belle del mondo e nell’ultimo anno Roma e Acea hanno cercato di cambiare un pochino la valorizzazione di opere uniche al mondo, forse da noi romani troppo poche apprezzate, ma che attirano turisti da tutto il mondo.

La luce è una protagonista importante perchè come diceva Le Corbusier ‘l’architettura è nulla senza la lucè e i led saranno in grado di dare la migliore illuminazione, tecnologicamente parlando, di queste opere d’arte».