NASA: “Presto saremo sommersi dall’acqua”

SARONNO – Sono molte le ipotesi che negli ultimi anni prevedono un repentino innalzamento del livello marino e secondo gli ultimi studi effettuati dalla Nasa il fenomeno sarebbe ormai incontrovertibile, tanto che a parer loro, si dovrebbe raggiungere un metro in più nei prossimi 100 anni.

La causa di questo fenomeno sarebbe, secondo gli esperti, il processo di fusione dei ghiacci del polo antartico e groenlandese che negli ultimi anni, grazie all’innalzamento delle temperature, ha favorito l’aumento di volume degli oceani.

ghiaccio 3

Negli ultimi 20 anni, dal 1992 al 2013, secondo gli studi effettuati da esperti nel settore, il livello del mare si sarebbe alzato di circa 8/10 centimetri  e in alcune zone particolarmente critiche fino a 20 centimetri. Secondo gli studiosi del IPCC (Istituto Previsione Cambiamenti Climatici), il repentino scioglimento osservato nel suddetto periodo suggerisce che l’innalzamento di un metro potrebbe  verificarsi persino entro la fine di questo secolo ed arrivare a 2 metri nei prossimi 200 anni.

ghiaccio 2

I dati sono preoccupati, avvisa la Nasa, la calotta polare groenlandese perde circa 300 miliardi di tonnellate di ghiaccio all’anno mentre quella antartica circa 115 miliardi di tonnellate e secondo Josh Willis, oceanografo al Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California, dobbiamo essere preparati anche a drastici peggioramenti della situazione nel corso dei prossimi anni.

L’innalzamento avrà dirette conseguenze sulla vita di almeno 150 milioni di persone che vivono entro 1 metro di altezza dal livello del mare. A rischio intere porzioni continentali, gran parte della Florida potrebbe essere sommersa, centinaia di isole del Pacifico potrebbero essere cancellate. Tra le città italiane a maggiori rischio vi è Venezia, che sebbene in subsidenza di soli 2mm all’anno con l’innalzamento del livello marino di 1 metro potrebbe finire sommersa in pianta stabile. A rischio anche tutto il litorale Italiano e potrebbero essere colpite in prevalenza le isole.

ghiaccio 4

L.B.
Meteo partner 3Bmeteo.com