Muffa di casa: zio Hermes dà due dritte per toglierla di torno

Come rimuovere la muffa dalla casa ed evitare che possa rigenerarsi

La muffa, in men che non si dica, si forma negli ambienti prevalentemente umidi e non è per niente facile rimuoverla con efficacia, soprattutto in maniera definitiva. Di seguito, alcuni rimedi naturali che ci aiuteranno a eliminarla dai muri di casa.

Dobbiamo sapere che la muffa è un fungo pluricellulare che si diffonde nelle aree esposte frequentemente a condizioni di umido persistente. Se non la eliminiamo immediatamente, potremmo andare incontro a gravi problemi di salute oltre che ha provocare danni ai muri di casa. La muffa rilascia, associate al cattivo odore, delle tossine nell’aria che provocano allergie, asma e problemi ai polmoni.

La prima cosa da fare è arieggiare le stanze della nostra casa tutti i giorni, soprattutto quelle poco illuminate, così da evitare la formazione della muffa. A casa, è consigliabile tenere una temperatura fra i 20 e i 22 gradi e, in caso di pioggia, evitare di tenere aperte le finestre. E’ preferibile non posare tappeti e moquette negli ambienti umidi e tenere i mobili a distanza di almeno due centimetri dalle pareti, in modo da fare circolare l’aria.

Molto spesso, si dice che la candeggina possa eliminare la muffa, conviene sfatare questa credenza popolare, infatti non è assolutamente vero, anzi, la farà aumentare.

Per eliminare la muffa dalle pareti, prepariamo una soluzione di 700 millilitri d’acqua, due cucchiai di sale fino, due di acqua ossigenata e due di bicarbonato. Una volta raccolti tutti gli ingredienti, li mescoliamo bene e, con l’aiuto di una spugna, laviamo via, con cura, la muffa.

Per evitare il riformarsi della muffa, si può posizionare nelle singole stanze dei deumidificatori. Questi aiuteranno ad assorbire, nel lungo periodo, l’umidità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Consigli dello zio Hermes