Mousse al limone: ricetta facile e veloce

SARONNO – La mousse al limone è un dolce al cucchiaio cremoso e soffice, un dessert perfetto per tutte le occasioni. Può essere preparato con una base di biscotti, accompagnato agli amaretti, proposto con frutti come ananas, frutti di bosco oppure servito in monoporzione, lavorati con sifoni, e nei bicchierini con panna, yogurt, cioccolato bianco o menta e cioccolato.

Spesso usata per crostate , dolci o per farcire torte, la mousse al limone, anche se non è classica come quella al cioccolato, è una specialità da proporre dopo pranzo o cena, che può essere cucinata anche senza uova. Vediamo, però, insieme la ricetta classica da servire a fine pasto.

musse limone dosiCome si prepara la mousse al limone
Per fare la mousse di limone, prima di tutto, ci servono i tuorli, ma non gettate gli albumi! Ora mettiamo la colla di pesce a bagno in mezzo bicchiere di acqua tiepida. Quindi grattuggiate la scorza dei limoni, e mi raccomando non la parte bianca, perchè darebbe un sapore troppo amaro! Ci serve anche il succo dei limoni, quindi vanno spremuti! Bravissime! Ora facciamo sciogliere il burro in un pentolino e lasciamolo raffreddare. Nel frattempo lavoriamo i tuorli con lo zucchero fichè avremo un bel composto omogeneo! Quindi se avete fatto, possiamo aggiungere il limone grattuggiato e il succo spremuto, il burro, e senza mai smettere di mescolare, cuociamo il tutto a fuoco molto, molto basso! Brave, continuate a mescolare! Ora che vi sembra di una certa compattezza, spegnete pure la fiamma e uniamo la colla di pesce, che va prima strizzata. Quindi montiamo a neve soda gli albumi col sale e uniamo anche questi, mescolando con delicatezza! Quando il tutto vi sembra ben amalgamato, versatelo in 4 ciotole e fatele raffreddare in frigorifero per 4 ore. Servitelo poi tra la carne e il pesce, o a fine pasto! Sentirete che sollievo per la digestione e che piacere al gusto!

Esistono anche mousse di mascarpone al limone con le meringhe italiane ma si tratta di un dolce molto più calorico dove va montata a neve la panna (noi facciamo una mousse senza panna) fino a farla diventare molto soda per poi unirla a un composto fatto di mascarpone e limone. Come avrete notato, infine, noi non usiamo la farina per la mousse al limone ma, se volete renderla più compatta, potrete aggiungere un po’ di farina.

La mousse che sa di bavarese al limone
In rete gira una ricetta molto sfiziosa che propone un mix tra la mousse al limone con gelée alle fragole con la bavarese al limone con crema di pesca. La preparazione è semplice perché unisce il procedimento della mousse a quello della bavarese e il risultato è delizioso. Alcuni preferiscono preparare la mousse, in questo caso, con soli albumi oppure, per rendere la ricetta più veloce, lavorano a crema i tuorli con lo zucchero, setacciano la maizena e aggiungono un bicchiere di acqua a filo a temperatura ambiente nella fase iniziale della preparazione.

Origini della mousse
La parola “mousse” significa “schiuma” e ha origine verso il XVIII secolo, in una cucina francese aristocratica a causa dell’errore di un cuoco apprendista che, secondo la leggenda, rovesciò in un contenitore panna bollente e tavolette di cioccolata. Sollecitato a rimediare dallo chef, il cuoco apprendista, con grande ingegno, rimediò aggiungendo delle uova e mescolandole fino a ottenere una spuma. Creò dal nulla, così, la mousse che, ben presto, divenne un dessert richiestissimo tra le élite aristocratiche.