Morte sorella e matrigna di Bin Laden, l’aereo era partito da Malpensa

SARONNO – Pare che le disgrazie aeree per la famiglia Bin Laden non abbiano fine, un destino tragico era toccato al padre di Osama, Mohammed Awad Bin Laden, e al fratello Salem Bin Laden, ora a morire sarebbero la matrigna e la sorella di Osama, stessa fine anche per il fratello di Osama, Salem, morto a 42 anni in un incidente aereo a San Antonio quando il 29 maggio 1988 l’ultra leggero che lui stesso pilotava è precipitato.

Le familiari del fondatore di al Qaeda, ucciso nel maggio del 2011 in Pakistan erano a bordo di un Phenom 300, un piccolo jet in grado di trasportare fino a 9 passeggeri, un volo partito dall’aereoporto di Malpensa e terminato con lo schianto nell’aereoporto inglese di Blackbushe, in Hampshire, Da quanto emerso, nello schianto sono morte altre due persone: il pilota giordano dell’aereo e un passeggero.

Secondo le prime ricostruzioni, il velivolo è precipitato in fase di atterraggio nell’aeroporto britannico. Si è schiantato nel vicino parcheggio di una rivendita di auto, provocando una potente esplosione ed un incendio, sempre secondo quanto riportato, non ci sarebbero ulteriori vittime causate dallo schianto a terra e si esclude un attentato di stampo terroristico.

Nel comunicato ufficiale non si confermano i nomi delle vittime ma l’ambasciatore Mohammed bin Nawaf bin Abdul Aziz esprime le sue condoglianze alla famiglia di Mohamed Bin Laden e si impegnerà per il trasferimento delle salme in Arabia Saudita per i funerali.

Luca Banfi