I verdetti del primo Consiglio Comunale: Fagioli si fa in due

SARONNO – Ordine del giorno rispettato e qualche botto inaspettato: il primo Consiglio Comunale della giunta marchiata Alessandro Fagioli si è concluso ieri sera con verdetti chiari e incontrovertibili. Giuramento e fascia per il neo sindaco, elezione del Presidente del Consiglio Comunale, e costituzione dei gruppi consiliari con relativi capigruppo: sono stati i tre passaggi fondamentali svoltisi all’interno della sala Consiliare Dott. Vanelli, gremitissima di pubblico.

Innanzitutto, sono stati convalidati i  Consiglieri eletti nella consultazione elettorale del 31 maggio 2015 e, come da previsioni, sono stati tutti confermati eccetto lo scranno riservato alla lista civica Saronno al Centro, dato che Dario Lonardoni, a cui aspettava il posto, è stato nominato Assessore ai Lavori Pubblici e in sua sostituzione è subentrato Enzo Volonté.

In secondo luogo, si è proceduto con il giuramento del sindaco Alessandro Fagioli, eletto dai cittadini saronnesi il 14 giugno scorso. Ed ecco che la fascia tricolore può essere finalmente indossata dal nuovo primo cittadino.

Alessandro Fagioli, sindaco di Saronno

Il sindaco Alessandro Fagioli ha poi comunicato alla cittadinanza e ai membri del consiglio tutti i nomi della giunta che lo accompagnerà nei prossimi cinque anni di governo. Qui la squadra di assessori scelta, appunto, da Fagioli.

Uno dei momenti più attesi: la nomina del Presidente del Consiglio comunale. I Consiglieri di maggioranza hanno subito proposto il nome di Raffaele Fagioli, che, fino a quel punto, aveva già preso le redini del Consiglio in qualità di Consigliere Anziano, ovvero il candidato che ha collezionato il maggior numero di preferenze durante il primo turno di elezioni. Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha, invece, proposto il nome di Franco Casali, candidato sindaco per Tu@Saronno e ora Consigliere di minoranza.
Dopo due turni di votazioni, l’ha spuntata Raffaele Fagioli che così è diventato ufficialmente Presidente del Consiglio Comunale, affiancandosi al fratello Alessandro, sindaco di Saronno.

Il sindaco Fagioli e il Presidente del Consiglio Comunale Raffaele Fagioli

Qualche polemica nel momento dell’elezione dei membri dell’Ufficio di Presidenza: il consigliere d’opposizione Pierluigi Gilli ha chiesto chiarezza sulle posizioni di Enzo Volonté, eletto nella minoranza ma seduto, durante la serata, dal lato riservato alla maggioranza. Volonté ha subito risposto, sostenendo che la posizione di Saronno al Centro è stata chiara fin dalla settimana pre-ballottaggio e che avrebbe sempre e comunque sostenuto il sindaco Alessandro Fagioli. Dopo la diatriba, sono stati ufficializzati quali membri dell’Ufficio di Presidenza per la maggioranza Raffaele Fagioli, in quanto Presidente, Angelo Veronesi, Claudio Sala e Luisa Garbelli, e, per l’opposizione, Pierluigi Gilli, Nicola Gilardoni e Franco Casali.

Sono stati definiti, successivamente, i singoli gruppi consiliari con i rispettivi capigruppo, in maggioranza: Lega Nord – Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania con capogruppo Angelo Veronesi e Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, capogruppo Alfonso Indelicato. Per ciò che concerne l’opposizione: Partito Democratico, capogruppo Francesco Licata; Tu@Saronno, capogruppo Franco Casali; Saronno al Centro, capogruppo Enzo Volonté; Movimento 5 Stelle, capogruppo Francesco Impari; Unione Italiana, capogruppo Pierluigi Gilli; e, infine, Forza Italia, capogruppo Agostino De Marco.

Il sindaco Alessandro Fagioli ha poi stilato le linee programmatiche che il suo governo seguirà nel breve periodo, partendo dalla conferma di Saronno come città sotto la Provincia di Varese, allontanando nettamente l’ipotesi di Saronno città metropolitana subordinata a Milano. Accento posto anche sulla questione sicurezza, ringraziando la Polizia Locale per il lavoro svolto in queste prime due settimane di mandato, con un potenziamento del servizio e risultati subito verificabili. Ritrovo della tranquillità sociale così da poter rivitalizzare il centro città, creando un maggior numero di eventi che possano attrarre ed intrattenere la cittadinanza. Duro sul Teatro:«Il Giuditta Pasta dovrà, d’ora in poi, sostenersi con le sue forze. La cassa comunale non può continuare a riempirne i buchi.», per finire con la valorizzazione dello sport saronnese. Fagioli ha chiuso il suo discorso ringraziando l’amministrazione uscente, i dirigenti e i dipendenti comunali, i Consiglieri, il segretario comunale e gli ospiti che hanno seguito interamente lo svolgimento del Consiglio.

Agostino De Marco, capogruppo Forza Italia Francesco Impari, capogruppo Movimento 5 Stelle Franco Casali, capogruppo Tu@Saronno Davide Borghi, Lega Nord Angelo Veronesi, capogruppo Lega Nord Alfonso Indelicato, capogruppo Fratelli d'Italia Francesco Banfi, Assessore alle Politiche Giovanili

 

di Daniele Calvano
@_calvindaniels_