I quadricicli per il comune sono auto, multe a valanga a Milano

MILANO – Un picco anomalo di infrazioni al codice della strada per i quadricicli come Renault Twizy. Tutto dovuto ad un cambio di interpretazione delle regole: mentre per la motorizzazione e le assicurazioni si tratta di veicoli equiparati alle moto, per i vigili urbani sono stati equiparati alle automobili.

Twizy-2Il problema si verifica per Area C e per le corsie riservate, almeno quelle in cui le moto possono transitare. I cittadini motociclisti, non sapendo d’essere diventati improvvisamente automobilisti per Palazzo Marino, hanno preso le multe. Pierfrancesco Maran, assessore alla mobilità, ha provato a rimediare con una sanatoria fino al 31 agosto.

Peccato che, dopo l’annuncio, il comune abbia impugnato i ricorsi al giudice di pace, come spiega il Corriere. Una cosa piuttosto strana. Palazzo Marino da una parte ammette l’errore o quantomeno l’esagerazione promuovendo la sanatoria, dall’altra si costituisce in tribunale per riscuotere le multe.

E i guidatori di quadricicli continueranno ad essere motociclisti per lo Stato e per le compagnie assicurative. Per il comune, non si sa.