Franco Casali bacchettato dal Sindaco e allontanato dalla conferenza stampa

SARONNO – Il 9 Febbraio, presso la Villa Gianetti, si è tenuta la conferenza stampa, inetta dal Sindaco Fagioli, inerente alla criticità rilevata dalla Corte dei Conti per i contributi dati negli ultimi anni dal comune al Teatro Giuditta Pasta.

La conferenza, indetta per spiegare alla stampa locale gli ultimi avvenimenti, sembra abbia incuriosito alcuni esponenti della minoranza politica saronnese tra cui Franco Casali di Tu@Saronno che ha voluto assistere.

Poco prima di iniziare a parlare, il Sindaco Fagioli, ha pregato tutti coloro che non fossero giornalisti di allontanarsi dalla sala, tra cui anche Franco Casali, spiegando che le conferenze stampa sono aperte solo ai giornalisti accreditati.

Il gesto non è stato accolto favorevolmente dal capogruppo di Tu@Saronno che a malincuore ha dovuto abbandonare la sala e oggi ha espresso il suo dissenso mediante un comunicato stampa.

Ora che la questione sulle osservazioni della Corte dei Conti a riguardo di teatro e Saronno Servizi è a noi nota ed ha trovato opportuna risposta da parte della precedente amministrazione, riteniamo opportunosvelare un episodio molto spiacevole avvenuto in occasione della conferenza stampa del 9 febbraio in cui il sindaco Alessandro Fagioli ha dato notizia della – a suo dire – criticità della situazione: Franco Casali, consigliere comunale eletto dai saronnesi per Tu@Saronno, desiderava assistere alla conferenza stampa in villa Gianetti, ma prima dell’inizio è stato allontanato dal sindaco in quanto non giornalista.

La cosa impone alcune riflessioni. Innanzitutto, crediamo che la partecipazione a una conferenza stampa che si tiene in un luogo ad accesso pubblico, come la villa Gianetti, debba essere garantita a tutti. A maggior ragione a chi rappresenta una parte dell’elettorato saronnese e desidera, per poter meglio svolgere il proprio compito, ascoltare direttamente quanto il sindaco abbia da dire. Essere un giornalista o meno è una pura questione formale che il sindaco, volendo, avrebbe potuto tranquillamente superare. 

Questo perché crediamo che tutte le forme di partecipazione siano da valorizzare, apprezzare e suggerire a tutti i saronnesi e in particolare a coloro che si occupano di politica. Di certo nessun membro di Tu@Saronno – se la preoccupazione del sindaco era questa – si permetterebbe mai di disturbare una conferenza stampa o di dare vita alle imbarazzanti contestazioni a colpi di fette di salame che abbiamo visto in Consiglio Comunale. Alessandro Fagioli potrà, se lo riterrà opportuno, fare chiarezza sulla vicenda e rendere nota la sua opinione in proposito. 

Ma non è una questione secondaria, purtroppo, perché abbiamo già visto in occasione della prima riunione della Commissione Mista Ambiente e Sport, che riguardava la Cantoni, l’allontanamento di numerosi cittadini interessati ad assistere: doveva essere pubblica ma poi, per volontà della maggioranza, si è tenuta a porte chiuse nonostante fosse arrivato da più parti l’invito a partecipare.

Un atteggiamento che è decisamente molto lontano dalla nostra visione di come si dovrebbe fare politica, a Saronno e ovunque.”