Forza Italia: “Intitoliamo una via o una piazza a Valeria Solesin”

SARONNO – E’ la proposta che Forza Italia attraverso i propri amministratori locali porterà in tutti i comuni della provincia di Varese, ieri mattina a presentare l’iniziativa accanto al consigliere regionale Luca Marsico e a molti altri amministratori locali c’era il capogruppo di Forza Italia a Saronno Agostino De Marco.

Durante la conferenza sono arrivate parole di vicinanza e cordoglio da parte di Marsico “sulla questione nessun uso ideologico, nessuna strumentalizzazione. Evidenziando però che ci troviamo di fronte ad una escalation della strategia del terrore, che dobbiamo mantenere alto lo stato di allerta e non esitare a ricorrere alla legittima difesa.”

L’on. Lara Comi si è collegata con la conferenza stampa, via telefono, ricordando che anche l’Europa dovrà fare la sua parte: “Se Hollande fa riferimento all’articolo 5 del Patto Atlantico, anche gli altri Stati dovranno intervenire militarmente”. Prosegue inoltre elogiando Marie Le Pen “che ha saputo stare con il governo mostrando grande senso di responsabilità”. Martedì la mozione verrà protocollata anche a Saronno e considerando le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “Valeria era figlia d’Italia e figlia d’Europa. E’ stata uccisa da mano barbara, fomentata dal fanatismo e dall’odio contro la nostra civiltà, i suoi valori di democrazia, di libertà e di convivenza”. Valeria e’ stata uccisa, insieme a tanti altri giovani, perché rappresentava il futuro dell’Europa, il nostro futuro.

Insieme a tanti Paesi amici risponderemo con intransigenza a questa micidiale sfida di morte e di sopraffazione”. E ritenendo “la straordinaria importanza che ricopre per le giovani generazioni di tutto il Paese la figura di una giovane ragazza che aveva deciso di trascorrere un intenso periodo di attività di ricerca presso l’Università Sorbona di Parigi, approfondendo in modo particolare i temi della famiglia e dei bambini; la necessità di esprimere apprezzamento e riconoscenza nei confronti di una italiana il cui impegno e la cui attività all’estero dava lustro al nostro Paese; la necessità che il sacrificio della vita di una giovane ricercatrice italiana non venga dimenticato perché solo la memoria potrà far vivere per sempre Valeria come vittima del terrorismo.”

Il nostro auspicio è che ci sia la convergenza di tutte le forze politiche consiliari in modo da garantire un impegno da parte del Sindaco e della Giunta a dedicare alla memoria di Valeria Solesin una Via, un Giardino, una Piazza o un luogo di cultura della Città di Saronno dove degnamente ricordarla come simbolo della cultura italiana all’estero e di solidarietà sociale.

Luca Banfi