Equinozio d’Autunno, addio estate ci prepariamo all’inverno

SARONNO – Con l’equinozio d’autunno si da una saluto definitivo all’estate e ci si prepara al periodo invernale. Quest’anno l’equinozio d’autunno si è verificato il 23 Settembre alle 8.21 UTC ( 10:21 italiane).

La parola “equinozio” deriva dal latino e significa ” notte uguale” (al dì), anche se nella realtà quello che accade è dovuto agli effetti di rifrazione atmosferica, il semidiametro e la parallasse solare fanno sì che negli equinozi la lunghezza del dì ecceda quella della notte. Nell’emisfero settentrionale l’equinozio d’autunno cade generalmente o il 22 o il 23 settembre, ovvero quando il sole incrocia il piano dell’equatore terreste (perpendicolarmente), nel punto detto appunto degli equinozi. Il punto dell’equinozio d’autunno è anche chiamato punto della Bilancia.

Dal punto di vista astrologico, l’entrata del Sole in Bilancia, segno dell’Equilibrio, ci riporta al significato latino del nome. Cardinale ed opposto al suo gemello primaverile, ci ricorda che questi sono gli ultimi giorni in cui le forze si bilanciano e che a seguire l’oscurità vincerà per i successivi sei mesi, sulla luce.

Nella tradizione druidica l’Equinozio d’Autunno veniva chiamato Alban Elfed (Autunno, o «Elued», Luce dell’Acqua). Esso rappresentava la seconda festività del raccolto, segnando per parte sua la fine della mietitura, così come Lughnasad ne aveva segnato l’inizio. Ancora una volta, il giorno e la notte sono in perfetto equilibrio, come lo erano all’Equinozio di Primavera, ma ben presto le notti cresceranno fino ad essere più lunghe dei giorni, e l’inverno sarà di nuovo tra di noi, non ci resta che iniziare il cambio di stagione nei nostri armadi.

autunno 4

autunno 3

autunno 2

Luca Banfi