Da Will & Grace a High Maintenance, il cambiamento delle fag hag in tv

ESTERO – Una cosa che potreste facilmente sentir dire da una donna è: “Quanto vorrei un amico gay!”. Si tratta di un’affermazione fatta in buona fede, solitamente da ragazze che, forse per mancanza di occasioni, non hanno ancora fatto propria la nozione per cui i gay sono persone comuni, e come tali rientrano nella vastissima gamma di caratteri che va dal grandissimo stronzo al simpaticissimo.

will-graceD’altra parte, per molti anni la tv ci ha proposto un’immagine ben precisa degli uomini omosessuali – sensibili, gentili, divertenti, sempre disponibili – ed è normale che alcune donne abbiano scoperto in sé un’indole da potenziale fag hag.

Il termine fag hag indica una ragazza che ha un rapporto molto stretto, quasi sentimentale, con il suo migliore amico gay.

Inizialmente nato con eccezione dispregiativa, negli anni il suo significato si è ammorbidito, ed è ormai largamente usato in modo positivo e scherzoso. Nel caso ve lo stiate chiedendo, sì, ne esistono anche versioni maschili:lesbro per l’uomo con una migliore amica lesbica, fag stag per l’uomo etero con un migliore amico gay.

Sembra che il termine si sia diffuso grazie al film del 1980 Saranno Famosi, ma è indubbio che a sdoganare il concetto in sé presso il grande pubblico sia stata la sitcom Will&Grace, che oggi compie 18 anni.

Probabilmente per molti è superfluo, ma rinfreschiamo agli altri la memoria. Iniziata nel 1998, due anni dopo lo storico coming out televisivo di Ellen Degeneres, Will&Grace parlava dell’amicizia tra Will Turman, un avvocato gay, e Grace Adler, un’arredatrice di interni ebrea.