Cambio di stagione, cambio d’armadio ed è subito allarme tarme. I rimedi naturali dello zio Hermes

Eliminare le tarme con metodi naturali

Si sa: cambio di stagione equivale a cambio d’armadio e può capitare di trovare spiacevoli sorprese, come piccoli fori su maglioni, calze e tutti quei capi di lana che la scorsa primavera abbiamo riposto ordinatamente.

La causa sono le Tineola Bisselliella, comunemente note come tarme della lana, piccole farfalline che colonizzano il nostro guardaroba e si nutrono dei nostri indumenti. Il loro cibo preferito è la lana, ma non disdegnano nemmeno il cotone, la pelle e altri tessuti. Se dovessimo trovare qualche capo rovinato corriamo immediatamente ai ripari.

In commercio si trovano molti prodotti chimici contro le piccole bestiole, particolarmente nocivi e pericolosi se abbiamo bambini e animali in casa, oltre al fatto che spesso rilasciano sgradevoli odori poi assorbiti dagli indumenti.

In natura sono presenti diversi coadiuvanti per sconfiggere le tarme. Alcuni esempi? La cannella, i chiodi di garofano, le scorze d’agrumi, la lavanda e gli oli essenziali le eliminano profumando i capi.

Ma facciamo un passo indietro: prima di utilizzare le soluzioni naturali antitarme, dobbiamo svuotare l’armadio, lavarlo accuratamente e asciugarlo per bene lasciandolo spalancato una giornata intera per farlo arieggiare. Laviamo gli indumenti e facciamoli asciugare prima di stiparli, anche i vestiti stirati vanno fatti raffreddare prima di reinserirli nell’alloggio originario.

Tantissime spezie possiedono un odore sgradevole per i minuscoli intrusi, quindi riempiamo dei sacchettini di cotone con stecche di cannella e chiodi di garofano e posizioniamoli all’interno dell’armadio in modo da creare un ambiente sfavorevole alla prolificazione delle tarme.

Un altro rimedio naturale è quello di preparare un mix di: alloro, anice stellato, chiodi di garofano e stecche di cannella. Riempiamo i sacchettini di cotone d’appendere alle aste del guardaroba o da inserire nei cassetti della biancheria.

Le farfalline sono infastidite anche dall’aroma degli agrumi. Approfittiamone: facciamo essiccare delle scorze di arance e di limone, poi mettiamole nelle ormai indispensabili pochette di cotone, adagiandole in un angolo del luogo da proteggere. Se dovesse risultare insufficiente è possibile potenziare l’effetto con l’aggiunta di alcuni chiodi di garofano.

Il profumo della lavanda, molto gradevole al nostro olfatto, per le tarme equivale a un potentissimo repellente. Infatti, i fiori di lavanda tengono lontane gli sgraditi ospiti oltre a regalare un profumo di pulito alla nostra biancheria. Prepariamo dei sacchettini con i fiori di lavanda essiccati e, per aumentare l’effetto deterrente, possiamo aggiungere delle scaglie di sapone, sempre alla fragranza di lavanda.

Anche alcuni oli essenziali hanno la capacità di tenere lontane le tarme dai nostri armadi, come quelli di cedro giapponese, di lavanda e di patchouli. Prendiamo dei batuffoli di cotone e adagiamoli dentro a delle ciotole, poi versiamoci alcune gocce di essenza e avremo cosi un altro rimedio naturale contro le tarme.

Il cambio di stagione è il momento giusto per dare una rinfrescata all’armadio con una soluzione di acqua e olio essenziale di lavanda.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

I consigli dello zio Hermes